Come sostenerci

Il 5 per mille

La legge finanziaria (Legge 23 dicembre 2005 n. 266, articolo 1, comma 337) ha previsto per l’anno 2006, a titolo sperimentale, la destinazione in base alla scelta del contribuente di una quota pari al 5 per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche a finalità di sostegno del volontariato, onlus, associazioni di promozione sociale e di altre fondazioni e associazioni riconosciute; finanziamento della ricerca scientifica e delle università; finanziamento della ricerca sanitaria; attività sociali svolte dal comune di residenza del contribuente.
La scelta del contribuente: cosa fare per destinare la quota
Il contribuente può destinare la quota del 5 per mille della sua imposta sul reddito delle persone fisiche, relativa al periodo di imposta 2005, apponendo la firma in uno dei quattro appositi riquadri che figurano sui modelli di dichiarazione:

È consentita una sola scelta di destinazione.
Per quanto riguarda i soggetti di cui alle lettere a), b) e c) della legge 23 dicembre 2005 n. 266, articolo 1, comma 337, oltre alla firma, il contribuente può altresì indicare il codice fiscale dello specifico soggetto cui intende destinare direttamente la quota del 5 per mille, traendo il codice fiscale stesso dagli elenchi pubblicati.
La scelta di destinazione del 5 per mille e quella dell’8 per mille di cui alla legge n. 222 del 1985 non sono in alcun modo alternative fra loro.

Ruolo dell’Associazione
L’AMIK si impegna a destinare i fondi derivati dal 5 per mille per progetti specifici dei quali renderà pubbliche le spese sostenute. Amik onlus, che ha sempre ritenuto la trasparenza degli enti un valore, ritiene infatti opportuno che chi contribuisce al sostegno di una causa, abbia il diritto di sapere dove finiscono i fondi destinati.

Il codice fiscale di AMIK onlus da indicare sulla dichiarazione dei redditi è:

91006710031

I contributi dell’anno 2006 saranno destinati al “Progetto Neurologia”.

Elenchi definitivi dei soggetti ammessi alla destinazione della quota: